Seleziona una pagina

Vuoi avviare un’attività e metterti in proprio?

Hai già una tua attività e vuoi aumentare i risultati che fino ad oggi hai ottenuto?

C’è un primo passo che può influenzare in maniera assoluta il successo o l’insuccesso della tua attività.

Il primo passo che devi assolutamente fare è individuare il tuo obiettivo in modo chiaro e ben definito.

Perché l’obiettivo è così importante

Se hai un obiettivo che non è chiaro e ben definito, questo ti può portare a:

  • Ottenere dei risultati non soddisfacenti (ma non essere in grado di definire quanto non soddisfacenti e perché)
  • Sprecare forze ed energie nella direzione sbagliata
  • Un calo di autostima

Se invece crei un obiettivo in modo ben definito, questo ti aiuterà a:

  • individuare un traguardo raggiungibile
  • chiarire dove vuoi arrivare ed in che tempi
  • creare un programma delle cose da fare per raggiungerlo

Avviare un’attività: 8+1 regole per creare un obiettivo ben definito

obiettivo-avviare-un-attivita

''Fissare degli obiettivi è il primo passo per trasformare l'invisibile nel visibile'' Anthony…

Ecco 8+1 punti che puoi utilizzare per definire il tuo obiettivo e iniziare a perseguirlo.

Il tuo obiettivo deve avere innanzitutto le seguenti caratteristiche, deve essere:

1. Scritto:

Scrivere ti aiuta a definire in modo più chiaro il tuo obiettivo. Inoltre questo ti obbliga a chiarire tutti gli 8+1 punti.  Una volta scritto diventerà il tuo punto di riferimento univoco a cui ogni giorno ti potrai riferire rileggendolo.

2. Positivo:

Il tuo obiettivo deve essere scritto in modo affermativo e positivo. Questo ti aiuta a creare nella tua mente un’immagine positiva di te stesso che ha già attenuto quell’obiettivo.

Quindi se ad esempio lavori come dipendente e il tuo obiettivo riguarda il metterti in proprio, il tuo obiettivo non deve essere espresso così:  “Voglio smettere di lavorare come dipendente….” ma devi invece costruirlo in questo modo “Voglio mettermi in proprio…”.

3. Specifico: 

Devi descrivere il tuo obiettivo in modo da individuare esattamente cosa vuoi ottenere. Devi evitare di essere generico; devi invece descrivere in modo sintetico ma esaustivo cosa esattamente vuoi ottenere.

Tornando all’esempio di prima un obiettivo del tipo “Voglio mettermi in proprio nel settore automobili …” è positivo ma è ancora molto generico.

Se ad esempio fino ad oggi hai maturato una specifica esperienza e vuoi metterla a frutto, potresti definire in modo più specifico il tuo obiettivo definendolo così:

“Voglio mettermi in proprio come agente plurimandatario, la mia agenzia inizialmente sarà composta solo da me, avrà come clienti i carrozzieri e i prodotti che venderò saranno vernici per automobili…”.

4. Misurabile e deve indicare un risultato:

Devi individuare uno o più elementi misurabili e devi individuare i valori che devono essere raggiunti perché il tuo obiettivo possa ritenersi raggiunto.

Se ad esempio dici “voglio ottenere un fatturato sufficiente a mantenermi”, questa frase non ha elementi misurabili.

Se invece dici “voglio ottenere un fatturato che mi permetta di incassare nel primo anno almeno € 50.000 di provvigioni” questo è evidentemente un obiettivo misurabile.

Per avviare un’attività devi poi verificare che il tuo obiettivo sia:

5. Sotto il tuo controllo:

Devi verificare che il raggiungimento del tuo obiettivo dipenda direttamente da te e che non ci siano persone esterne o situazioni che possono impedirne la realizzazione.

Questo è uno degli elementi più sottovalutati ma che ti consiglio di approfondire con estrema attenzione.

Tornando all’esempio di prima se il tuo obiettivo è “voglio mettermi in proprio …., utilizzando inizialmente un finanziamento di una banca che mi presterà € 30.000…” se il finanziamento non te l’hanno ancora concesso, questa variabile non è sotto il tuo controllo.

Infatti se non trovi una banca che ti finanzi non puoi avviare la tua attività. Potresti invece riducendo i costi iniziali ridefinire cosi in tuo obiettivo “voglio mettermi in proprio …., utilizzando per l’investimento iniziale i miei risparmi, pari a € 15.000,…”

6. In linea con i tuoi valori:

Spesso ci si sofferma poco su questo aspetto ma è fondamentale che il tuo obiettivo rispecchi chi sei e i tuoi valori.

Se ad esempio sei attendo alla salute e all’ambiente potresti definire il tuo obiettivo cosi “Voglio mettermi in proprio come agente plurimandatario, la mia agenzia avrà come clienti i carrozzieri e i prodotti che venderò saranno vernici ecologiche e senza solventi per automobili”.

7. Abbia un impatto positivo sulla tua vita e su chi ti sta attorno:

Se hai individuato quell’obiettivo perché ti permette di ottenere qualcosa che desideri molto, certamente questo avrà un impatto non solo su di te ma anche su chi ti sta attorno e devi valutare se questo è in linea con la vita che vuoi vivere.

Sempre tornando all’esempio precedente se hai una famiglia e questo tipo di attività ti sottrae molto tempo devi valutare che impatto abbia sulla tua vita.

Potresti ad esempio decidere di lavorare al massimo 10 ore al giorno per il primo anno per poi dal secondo anno lavorare al massimo fino alle 18:30 e dedicare il sabato e la domenica alla tua famiglia.

Ovviamente sei ancora in una fase di ipotesi ma devi valutare se queste ipotesi siano realizzabili.

Ora sei ad un buon punto, ti resta solo da verificare le fasi operative del tuo obiettivo.

Avviare un’attività richiede poi una fase operativa. Devi cioè individuare:

8. Una lista delle risorse necessarie: 

Prenditi un po’ di tempo e definisci quelle che sono le risorse senza le quali non puoi ottenere il tuo obiettivo e fai una lista completa.

Nel caso dell’esempio di prima, la lista delle risorse potrebbe comprendere dei beni materiali (un automobile, un computer, un cellulare,…), degli elementi relativi alla tua formazione (un corso per agenti e rappresentanti, un corso di vendita, uno o più libri sulle tecniche di vendita), delle risorse operative (una lettera di intenti con le aziende che ti daranno il mandato di agenzia,…).

8+1. Un piano d’azione molto preciso:

Individua cronologicamente tutti i passi che devi effettuare ed indica i tempi entro cui vuoi fare ogni attività.

Se sono coinvolte altre persone o aziende definisci chi sono e come si legano ad ogni attività.

Nel caso dell’esempio di prima potresti definire:

Entro la data …… acquistare un pc e un cellulare

Entro la data …. acquistare un automobile usata ma con meno di 50.000 km

Entro la data …. partecipare al corso per venditori e rappresentanti tenuto dalla ditta … presso la loro sede …

E cosi via.

Metti in pratica

Ora prendi carta e penna e mettiti subito all’opera.

Scarica il modulo Obiettivo ben formato, che ti aiuta ripercorrendo le 8+1 regole che ti ho spiegato.

Sotto ad ogni caratteristica hai lo spazio da compilare.

Se vedi che non riesci a compilare qualche campo, beh quello è un buon segno perché hai individuato una caratteristica che avrebbe potuto impedirti di raggiungere il tuo obiettivo.

Devi solo prenderti il tempo necessario a riflettere e a capire come completare i punti mancanti e rendere i tuo obiettivo ben formato.

Se hai bisogno di un confronto, scrivimi nei commenti.

Ciao e buona settimana.

 

Piero

 

Scaricare gratuitamente i contenuti speciali e resta aggiornato su tutti i nostri articoli, clicca qui sotto:

RESTA AGGIORNATO

 

 

Piero Salomoni
Seguimi su:

Piero Salomoni

Sono sposato con Emanuela ed ho due splendide figlie, Isabella e Diana.
Sono un ingegnere e lavoro come consulente e venditore da 20 anni. Aiuto rappresentanti e commerciali ad ottenere più risultati nella vendita. Lo faccio condividendo strategie ed esempi pratici che ho selezionato e testato in questi anni.
Piero Salomoni
Seguimi su:

Commenta anche tu:

commenti

Condivisioni